Copertina del mese

Copertina del mese
COPERTINA DI FEBBRAIO: dal Festival di Sanremo 2017, ho scelto la copertina di Vietato Morire del bravo e raffinato Ermal Meta, che contiene l'omonima canzone sanremese e Piccola Anima, delicato duetto con Elisa.

mercoledì 27 aprile 2011

Siamo reali...sti...

Diciamocelo ormai televisioni,giornali,internet e fra un po anche i muri parlano solo ed unicamente di questo benedetto matrimonio tra WILLIAM e KATE.
Il problema della serata era se kate avrebbe indossato o meno il diadema di diamanti.
MA VIENE SPONTANEA UN'AFFERMAZIONE:   MA CHISSENEFREGAAAA!!!
Va bene il matrimonio sarà pur importante dal punto di vista politico e dalla novità,ossia il fatto che un principe sposa una borghese,ma sinceramente davanti ai problemi e i fatti del mondo quotidiani un bel chissenefrega suona spontaneo.
Perchè i telegiornali non parlano più del terremoto in Giappone? Perchè magicamente l'interesse per i fatti del Nord Africa si è affievolito?  Semplice, per discutere se kate indosserà o meno il velo.....

FAREMMO MEGLIO AD ESSERE REALISTI....d'altronde se tutte le volte che una persona si sposa si facesse questo trambusto..... 

martedì 26 aprile 2011

Digiunare per 24 ore fa bene al cuore e alle arterie

Digiunare per 24 ore ogni mese aiuta a mantenere in ottima salute cuore e arterie.
 Lo rivela una ricerca presentata a New Orleans all'ultimo congresso dell'Associazione americana dei cardiologi.
Gli scienziati hanno lavorato su un gruppo di 200 volontari chiedendo loro di non mangiare per 2a ore e di bere solo acqua.
Prima e dopo il digiuno,li hanno sottoposti ad un completo esame del sangue per assegnare eventuali cambiamenti del loro stato di salute.Così hanno scoperto che se si smette in questo modo di mangiare, migliora la situazione per diversi giorni.
Quando si digiuna,spiegano gli esperti,subito gli zuccheri nel sangue scendono e questo regola i valori della glicemia.

Poi il corpo inizia a bruciare i grassi per creare energia: così scendono i trigliceridi. Infine salgono i livelli dell'ormone della crescita che protegge le cellule dei muscoli e tiene sotto controllo il metabolismo.

domenica 24 aprile 2011

Auguri di Buona Pasqua...con una poesia!

buonapasqua.jpgUn augurio di Buona Pasqua in poesia a tutti i lettori che ci seguono. Una poesia piccola piccola, che ricorda il tratto pulito delle matite colorate sui fogli bianchi, che quando eravamo più piccoli facevano sembrare così facile dare forma a tutto quel che ci piaceva di più.
Forse è quello il segreto, anche da grandi: coltivare dei desideri e dei sogni puri e difficili che molto probabilmente non si avvereranno. Ma continuare a sognarli contribuisce a far restare puliti un po’ più a lungo i nostri cuori.
Dall’uovo di Pasqua
Dall’uovo di Pasqua
è uscito un pulcino
di gesso arancione
col becco turchino.
Ha detto: “Vado,
mi metto in viaggio
e porto a tutti
un grande messaggio”.
E volteggiando
di qua e di là
attraversando
paesi e città
ha scritto sui muri,
nel cielo e per terra:
“Viva la pace,
abbasso la guerra”.
Gianni Rodari

Auguri di Buona Pasqua...con i fiori!

Buona Pasqua, auguri con i fiori
Buona Pasqua a tutti, ovunque siate e da qualsiasi postazione stiate leggendo questo post in un giorno di festa. Per chi fosse nel bel mezzo della preparazione di un pranzo, di una cena o di un brunch festivo e fosse capitato qui alla ricerca di un consiglio dell’ultimo minuto su come decorare la tavola, ecco una semplice suggestione.
Basta un mazzetto di fiori colorati (questi sono narcisi, ma andrà bene qualsiasi fioritura, dalle rose rubate in giardino ai fiori di campo, al mazzolino comprato ad un semaforo) e una teiera, vintage, minimale, orientale, come meglio si adatta al vostro gusto, da utilizzare come vaso per sottolineare e impreziosire qualsiasi fiore. Il gioco è fatto! Se poi vi interessa approfondire, trovate l’intero tutorial su Creature Comforts.
4.jpg

Quando i dolci incontrano la moda..

uova-pasqua-cavalli.jpgEcco a voi il modo più fashion per festeggiare la Pasqua. Si tratta delle uova di Pasqua griffate da Roberto Cavalli! Disponibili in vari formati che vanno dai 50 grammi ai 2 kili, sono prodotti di alta pasticceria realizzati con varie e pregiatissime selezioni di cacao puro. Sono decorate con fantasie animalier, tipiche della maison, realizzate con cioccolato di diverse tipologie.
Sono disponibili tre differenti soluzioni: l’uovo griffato di cioccolato fondente e bianco e due tipologie di uovo zebrato con cioccolato al latte e bianco. Ogni uovo di Pasqua contiene internamente una sorpresa firmata Roberto Cavalli. Siete curiosi di sapere il prezzo? Le uova da 140 grammi costano circa 49 euro.
Se preferite invece delle ottime praline, confezionate con carta da regalo maculata animalier, sono disponibili in diversi formati. Il box da 9 pezzi che ha un costo di 17 euro, mentre quello da 100 pezzi costa 150 euro.
Ma Roberto Cavalli non è l’unico a proporre uova di Pasqua e altre prelibatezze pasquali quest’anno.
Il reparto dolciario della maison Giorgio Armani propone splendide uova griffate, praline e colombe.
Stupendo anche l’uovo di Pasqua in limited edition realizzato da Swarovski e Guido Gobino: l’uovo, di cioccolato assai pregiato, è ricoperto da oro in polvere e contiene all’interno un ciondolo in cristalli realizzato da Guido Gobino. Sono disponibili solo 100 esemplari.
Ma ne abbiamo davvero bisogno??

venerdì 22 aprile 2011

10 parole che hanno fatto la storia della moda: minigonna



Il ‘900 è stato un secolo rivoluzionario, un secolo di liberazione. Le grandi trasformazioni della società, le conquiste scientifiche e sociali ci hanno fatto vedere fondali molto diversi, così come l’aspetto della donna si è sempre adeguato ai mutanti caratteri morali e culturali della società.
Le ragazzine di oggi la considerano un indumento altamente seduttivo, non solo da utilizzare in precisi contesti, ma da portare in qualsiasi momento della giornata, perché –sebbene riconoscano il valore della sostanza, l’apparenza oggi è più importante.
Le donne americane, secondo inchieste recenti, tendono a indossarla sempre meno dopo il matrimonio, salvo poi risfoderarla dopo il divorzio. La storia dell’alta moda ha tentato a più riprese di decretarne la fine, ma, si sa, il mercato segue regole ben precise, anche se a proliferare sono spesso la volgarità e l’assenza di stile.

La minigonna resta un segno forte del ‘900 che passando nel secolo successivo ha recuperato in realtà tutta la forza dirompente che la volle far nascere nei primi anni ’70. La minigonna è stato uno dei capi che ha liberato le donne da pudori imposti e costrizioni e metaforicamente ha visualizzato il cammino che la dignità femminile ha percorso nel tempo, anche fermandosi a volte su dubbi e arretramenti.
Ma quello che in molti, ma soprattutto molte, non considerano per niente, è che questo capo è costato alle donne lotte simboliche con le istituzioni, discussioni contro sguardi indesiderati, dolori e insicurezze sul proprio stesso corpo.

martedì 19 aprile 2011

Anche i vip sono persone qualunque....

A  riprova di questo detto,parliamo della stella della musica pop JENNIFER LOPEZ.

ennifer Lopez, che delle sue curve da capogiro si è sempre fatta vanto, ha ammesso che restare in forma dopo la gravidanza non è affatto facile e che, da quando è diventata mamma, mantenere le sue famose forme è diventato davvero difficile.

Se prima dell’arrivo dei suoi gemellini Max ed Emme, nati nel 2008 dal matrimonio con Marc Anthony, la popstar poteva mangiare tutto ciò che voleva senza problemi e con un minimo di sforzo in palestra riusciva a restare in linea, ora le cose sono decisamente cambiate.

Secondo quanto riportato da Bang Showbiz, JLo avrebbe dichiarato che “Da quando ho avuto i bambini, è molto più dura. Il corpo cambia. Non drasticamente, ma devo sicuramente fare più esercizio e tenere sotto controllo l’alimentazione”.
 

domenica 17 aprile 2011

FARE PICCOLI ACQUISTI è SALUTARE

FARE PICCOLI ACQUISTI è SALUTARE : aa rivelarlo uno studio condotto dagli esperti del National Health Research di Zhunan a Taiwan.
Gli scienziati hanno seguito per nove anni le abitudini di circa duemila individui con un'età supriore ai 65 anni: i ricercatori hanno studiato il tempo trascorso a fare spese e la frequenza degli acquisti,non i prezzi.
In questo modo si sono accorti che coloro che escono spesso per fare acquisti sono più longevi di chi rispetto a quanti fanno la spesa più raramente.
Nei primi il rischio di ammalarsi è inferiore al 25%; maggiormente gli uomini traggono beneficio da questa situazione infatti per loro il rischio di malattia si riduce del 28%.
Fare compere ha un effetto calmante e riduce la tensione nervosa e lo stress che minano la salute del sistema cardio-circolatorio.
SPENDETE,SPENDETE è x la salute....

venerdì 15 aprile 2011

Barbie Vs Avatar Vs Donna

Barbie è un mito ormai da 52 anni, per la maggior parte delle bambine in tutto il mondo, tanto da essere presa a esempio come modello di bellezza femminile.
Eppure pochi parlano delle vere proporzioni di Barbie, che trasformerebbero qualunque donna reale in un essere inverosimile, un po’ in stile “Avatar”.
Ebbene c’è qualcuno che ha pensato di fare finalmente chiarezza in merito a questo discorso: Galia Slayen ha realizzato una bambola “a grandezza naturale” di Barbie, riproducendola con le fattezze che avrebbe se fosse umana e dimostrandoci una volta per tutte le sue sproporzioni.


Il risultato, creato per la National Eating Disorder Awareness Week e quindi dedicato a tutte quelle ragazze che soffrono di disturbi alimentari per motivi legati all’estetica, è un ammasso “senza senso” (parole di un maschietto che ha guardato inorridito l’immagine!): 180 cm di altezza (difficile trovare un uomo, ma non impossibile), per misure a dir poco fantasiose, 99 cm x 45 cm x 83 cm (soprattutto sono i 45 cm che ci lasciano perplesse a fronte dei 99 di circonferenza seno!), su piedi con misura 35 (cosa che nemmeno con un baricentro bassissimo sarebbe possibile!).
Povera Barbie!! Condannata a essere sbilanciata pericolosamente in avanti, senza possibilità alcuna di equilibrio e soprattutto con un’unica chance di trovare un uomo: quella di trasferirsi su Pandora!!

mercoledì 13 aprile 2011

E DOLCENERA TORNò CON UN NUOVO SINGOLO

L'8 aprile è uscito il nuovo singolo IL SOLE DI DOMENICA di DOLCENERA che anticipa l'uscita del nuovo al album EVOLUZIONE DELLA SPECIE.
Il brano, scritto e arrangiato dalla stessa Dolcenera, rappresenta un nuovo coraggioso percorso artistico e musicale della cantautrice, caratterizzato da un sound pop-rock con elementi di elettronica, un suono internazionale per un'artista dalle forti radici italiane.

"Il sole di domenica" è stato registrato dal vivo insieme alla band e volutamente trattato nella fase di missaggio come se le registrazioni fossero state programmate al computer, per la produzione artistica di Roberto Vernetti e Dolcenera.


Vi posto il video(non ufficiale)della canzone che è un vero portento:
 

lunedì 11 aprile 2011

IL DUETTO CHE NON TI ASPETTI...

Notizia sbalorditante dell'ultima ora:dai rispettivi TWITTER RIHANNA e BRITNEY hanno ufficializzato la collaborazione.
In realtà,non si tratta di un nuovo singolo ma di un remake della canzone S&M di rihanna e si preannuncia essere una grande truzzaggine.....d'altronde il video originale(senza BRIT) è stato censurato
Quindi in attesa della versione originale,vi posto il singolo senza la BRITNEY

domenica 10 aprile 2011

Stranezze dal web - La solitudine Prada in Texas

Stranezze dal web - La solitudine Prada in Texas
Sembra impossibile, ma laddove non esistono Via della Spiga, Montenapoleone o Tornabuoni uno si arrangia…E così hanno fatto nel West Texas, dove in una landa desolata spicca una piccola boutique Prada. In realtà è un’opera d’arte e a realizzarla due coraggiosi designer scandinavi Michael Elmgreen e Ingar Dragse, che hanno progettato il mini negozio spendendo una fortuna.

Lady Gaga: il video di "Judas" criticato dai gruppi religiosi


Lady Gaga di nuovo nel mirino: il video del singolo Judas attira pesantissime critiche di alcuni gruppi religiosi prima ancora di venire trasmesso. Tutto nasce dal fatto che nel video Lady Gaga impersonerà il personaggio biblico di Maria Maddalena, con l’attore Norman Reedus a interpretare Giuda.
La cantante ha già agitato le acque qualche giorno fa, pubblicando un breve video-teaser chiamato ‘Gagavision No. 14′, dove compare un religioso cristiano che la critica per i suoi spettacoli live. Alla fine del teaser compaiono la data del 19 aprile e la scritta “Giuda sta arrivando. Che il battesimo culturale inizi”.
La Catholic League For Religious And Civil Rights accusa la cantante di star inscenando una baracconata mediatica per far coincidere il lancio del video con le festività per la Pasqua. Il presidente Bill Donahue ha commentato:
«C’è gente che ha talento, e poi c’è Lady Gaga. Trovo che Gaga sia sempre più irrilevante. È questo l’unico modo per promuovere le sue performance? Non è una cosa casuale, ci stiamo avvicinando alla settimana santa e alla Pasqua»
Sarà il solito sensazionalismo esagerato o c’è veramente un po’ di cattivo gusto di fondo? Come al solito, quando si tratta di Lady Gaga, il confine tra le due cose è perlomeno molto sottile.

Beyoncè combatte l'obesità infantile con "Move Your Body" (video)


Beyoncè utilizza un simpatico remake della sua “Get Me Bodied” per sostenere la campagna contro l’obesità infantile (con lei anche Swizz Beatz e Michelle Obama).
Intenti “giusta causa” a parte, questa nuova versione, compreso il video con tanto di coreografia, risulta essere molto simpatica: non mi dispiacerebbe risentire una Beyoncè su questa scia musicale per il suo nuovo album.

Jennifer Lopez: "Love?", la tracklist

L’esplosiva Jennifer Lopez è pronta in tutto e per tutto a sfornare la sua nuova fatica “Love?”. Adesso, oltre a copertina, a singolo acchiappa audiance, ad esibizioni live ed a contributi audio relativi al progetto, viene presentata anche quella che dovrebbe essere la tracklist ufficiale (ve la presentiamo per intero dopo il salto).
Due saranno le versioni che verranno rilasciate (io continuo a non spiegarmi il perchè di questa moda se non per le solite ed antipatiche esigenze di mercato): la standard edition conterrà 11 brani, quella deluxe 16.
Tra le tracce oltre alla hit “On The Floor” altre canzoni che già abbiamo avuto il “piacere” di conoscere come “Good Hit”, “I’m Into You (Ft. Lil Wayne)” e “(What Is) LOVE?”. Siete pronti? Io poco.

giovedì 7 aprile 2011

Mentre si incide....

Ecco 3 foto della mitica beyoncè che vive la sua quotidianità fatta di eventi e semplici acquisti mentre come sappiamo è al lavoro per produrre un nuovo album.












L'APPUNTAMENTO MUSICALE IN DELL'ANNO(DOPO SANREMO)

E’ la serata musicale per eccellenza che anticipa l’estate, il gran galà che crea attesa ed anima sfide a colpi di voti. Premiazione dei vincitori, performance live e tanti ospiti. Sono questi gli ingredienti principali dei TRL Awards 2011, il maxi evento del 20 aprile, di scena a Firenze (Piazza Santa Croce) e trasmesso in diretta tv su Mtv a partire dalle ore 21:00.

direttamente dal sito, è possibile votare per la categoria “Best Look”, “Best Mtv Show”, “Best New Act”, “Hot & Sexy Award” e “Too Much Award”. Tanti gli artisti che animeranno la serata. Tra i cantanti reduci da Amici e X Factor, e presenti nella categoria “Best Talent Show Artist”, saliranno sul palco Emma, Loredana Errore, Valerio Scanu, Giusy Ferreri e Nathalie. Presente anche Annalisa, finalista dell’ultima edizione del talent di Canale 5.
Gli altri performers attesi in Piazza Santa Croce sono i Blind Fool Love, Dolcenera, il gruppo canadese dei Dragonette, Grido (Luca Aleotti, componente dei Gemelli Diversi), Gianluca Grignani, Alexis Jordan, Catalin Josan, Mads Langer, Marracash, i Modà, Max Pezzali e gli Zero Assoluto.
Davvero una serata da non perdere tantomeglio dal live,ma anche dallo schermo di una tv rimane lo show più atteso pre-estate

mercoledì 6 aprile 2011

Lady GaGa si prepara a tornare in radio...scopriamo perchè

E mentre “Born This Way” continua il suo successo, inizia a farsi strada il nuovo singolo di Lady Gaga: stiamo parlando di “Judas”, brano che,a detta di molti, sarà caratterizzato dalle stesse atmosfere presentate nella parte iniziale del percorso artistico della cantante.
Adesso abbiamo finalmente una data di rilascio della canzone: il 19 parile sarà il momento in cui la radio 93.3 FLZ manderà per la prima volta in onda il pezzo accalappiandosi sicuramente schiliardi di radioascoltatori. “Poteri gaghiani” li chiamano.
Si dice in giro anche che sia stato girato la scorsa settimana in quel di Los Angeles il video relativo. A noi adesso non resta altro da fare se non… bravi, “ASPETTARE”. Intanto vi rimando un mio pensiero: continuo a ribadire che sto vedendo molto poco in giro Lady Gaga. Prima non c’era trasmissione, festival, compleanno e via dicendo che non l’avesse come ospite; adesso invece si sta concedendo molto di meno. Strategia (si fa desiderare) o riposo prima del tour de force che partirà con la promozione del nuovo album?

Come prendersi cura della voce

microphoneCapita anche a voi di perdere la voce durante la mezza stagione, quando i malanni stagionali ci fiaccano le difese immunitarie? O magari è colpa di un concerto a cui avete partecipato un po’ troppo vigorosamente. O dei semplici sbalzi di temperatura tipici di stagione. Per prendersi cura della propria voce al pari della propria salute sarà bene seguire qualche semplice consiglio.
Per cominciare bisogna curare al meglio l’alimentazione. Inserire buone quantità di vitamine e minerali favoriranno la buona conservazione delle mucose, che proteggono le vie respiratorie. Bevete anche abbondante acqua, per mantenervi sufficientemente idratati. L’umidità delle vie respiratorie e delle corde vocali è di cruciale importanza. Non bevete però nulla di troppo caldo o troppo freddo che possa danneggiare la faringe o la laringe favorendo il reflusso gastroesofageo. Meglio scegliere bevande a temperatura ambiente.
Da evitare sono i cibi molto piccanti e ogni eccesso nel consumo di alcol. Entrambi i fattori possono favorire il reflusso e provocare irritazioni a laringe e faringe e di conseguenza fastidi annessi. Bisogna anche evitare, per gli stessi motivi, il fumo, sia attivo che passivo. Ambienti pieni di fumo o anche semplicemente molto secchi possono provocare irritazioni in gola e addirittura danneggiare il buon funzionamento delle corde vocali.
Usate un tono di voce moderato, evitando sia di gridare che di mormorare o grattare con la gola, specialmente quando la vostra voce è già per buona parte andata e cercate di sforzarvi. Da evitare sono anche le temperature ambientali estreme e gli sbalzi repentini. Cercate per quanto possibile di coprire la gola se vi trovate nel bel mezzo di una corrente d’aria, in luoghi molto condizionati, in ambienti troppo riscaldati, specialmente se state per uscire all’aperto

Quando il cibo incontra la bellezza...ecco 7 suggerimenti

Quanto spendono uomini e donne all’anno in trattamenti di bellezza? Abbastanza, ma la fretta delle volte non ci fa riflettere su quanto possiamo fare da soli in casa con un po’ di pazienza.Invece basta fare mente locale: scopriremo che la nostra cucina è piena di ricchezze non solo per il palato ma anche per la pelle. Ecco alcuni ingredienti con cui fare degli impacchi di bellezza naturali.
Zucchero bianco
Senza un po’ di dolce come si potrebbe vivere? Impossibile e anche la pelle ringrazia se usate lo zucchero bianco classico come esfoliante. Il peeling è un processo importante che bisogna fare regolarmente per liberarsi dalle cellule morte e mantenere la pelle sana e luminosa. Basta massaggiare delicatamente un po’ di zucchero su tutto il corpo mentre fate la doccia. Poi sciacquate per rinfrescare e far risplendere la cute.
Olio d’oliva
Se volete seguire i consigli degli antichi greci usate l’olio per massaggiare la pelle sotto la doccia per depurarla. Potete massaggiare anche il cuoio capelluto e in particolare cospargere le punte de capelli. Rende la pelle vellutata, e i capelli lucenti. 
Succo d'arancia
Se volete risplendere il succo d’arancia è l’ingrediente ideale. Basta utilizzare una fetta o due di un’arancia, raccogliere la polpa con le dita e applicarla su viso e collo, evitando gli occhi. Lasciare in posa per 15 minuti e risciacquare. Vedrete che cute luminosa.
Miele
Il miele così goloso serve anche ad idratare, e la arrichisce grazie alle vitamine naturali. Contiene anche antibiotici naturali che uccidono i batteri e prevengono l’acne. 
Succo di limone
Il succo di limone è una trattamento di bellezza utile per molti bisogni: per evitare che le unghie ingialliscano basta immergerle nel succo assoluto. Oppure se lo mescolare con del bicarbonato potete spazzolarci e sbiancare i denti. Se lo passate sul volto e sui capelli avrete una pelle pulita in profondità.
Yogurt
Lo yogurt fa bene alla salute se lo mangiamo, ma è grande anche per la pelle quando lo applicate e lasciate in posa per qualche minuto. Non solo rende la pelle più morbida, aiuta anche a ridurre il rossore che viene quando si mangia cibo piccante o quando si beve troppo alcol. E’ anche anti-batterico e serve contro l’acne.
Patate
Se state cercando di sbarazzarvi di quei cerchi scuri sotto i vostri occhi, le ‘odiate’ occhiaie che spuntano quando meno ve lo aspettate è necessario affettare una patata cruda e grattugiarla, avvolgerla in una garza e metterla sugli occhi per 15-20 minuti. Le occhiaie si riducono a vista d’occhio.

lunedì 4 aprile 2011

UN'EMOZIONE DA POCO

Ecco a voi x stasera un grande classico,una canzone stupenda di una grande stella italiana.
 La canzone è UN'EMOZIONE DA POCO e la stella è ANNA OXA,capolavoro del 1978 le valse il secondo posto sul podio di sanremo.
Spazio alla musica di classe,basta con le canzotte anomine del momento

10 parole che hanno fatto la storia della moda: collant



Prima di loro c’era il reggicalze, e prima ancora la 
giarrettiera. Dopo di loro hanno tentato di sfondare le autoreggenti, ma, ad ogni modo, malgrado la loro enorme diffusione, non ne hanno infranto il predominio nella pratica quotidiana del rivestire le gambe femminili.
Non che siano stati inventati di recente, l’antesignana del collant è la calzamaglia, utilizzata per secoli nel teatro e, prima della Rivoluzione francese, anche nell’abbigliamento maschile. Ciò che però ne fa un indumento caratteristico a partire dalla seconda metà del Novecento è stata la diffusione di massa e l’attuale estrema varietà di colorazioni, tessuti, effetti di trasparenza.
Resistente come l’acciaio e delicato come una ragnatela“: questo lo slogan che pubblicizzò il nylon nel lontano 1937 quando fu inventato da Wallace Hume Carothers, un chimico americano, che all’epoca lavorava in una piccolissima azienda il cui scopo principale era quello di creare e commerciale polvere da sparo. Solo nel 1959 lo statunitense Allen Grant decise di sperimentare questa straordinaria fibra sintetica per la realizzazione di quello che sarebbe diventato un successo mondiale eterno (in inglese pantyhose).


Curiosità: per fabbricare un paio di collant sono necessari 14 km di nylon. Attualmente le industrie più prestigiose sono in Italia e in Francia.
Castel Goffredo, in provincia di Mantova è conosciuta in tutto il mondo come “Città della calza”, il più importante distretto per la produzione di calzetteria femminile.

10 parole che hanno fatto la storia della moda: bikini

Nel ‘900 la moda assume un ruolo centrale e produttivo: giunge a diventare a tutti gli effetti un settore portante dell’economia, un efficace mezzo di comunicazione di massa, un territorio di confine tra arte e comunicazione, un serbatoio di immagini e un archivio della memoria in cui a essere celebrato è il corpo.
Rigorosamente da ricordare, solo nel secolo scorso l’industria scopre l’importanza della donna come consumatrice di moda. E’ lo stesso secolo che ha lasciato in eredità al mondo femminile alcuni oggetti e alcuni segni di moda. Alcuni perdureranno, altri si offuscheranno nel ricordo. La percezione è che ciò che è destinato a rimanere sia quello che più si lega a esperienze sensorialmente ed eticamente orientate: segni essenziali (o ricchi di sfumature).
Bikini. 1946. Il mondo è appena uscito dall’incubo della guerra. L’orrore di Hiroshima e Nagasaki è ancora indicibile, ma gli esperimenti atomici ricompaiono questa volta nella veste di esperimenti sottomarini. Teatro: atollo di Bikini bel sud del Pacifico. Nello stesso anno il pellicciaio parigino Jacques Heim battezza “atome” un costume da bagno femminile composto di due pezzi da lui ideato insieme allo stilista Louis Réard.


Per merito di invisibile ma incisivo tam tam tra specialisti di moda, riviste e boutique, nel giro di qualche settimana l’atome viene chiamato “bikini”, quasi a volere “evidenziare in forma metonimica l’associazione tra due esplosioni: quella del corpo femminile in questo indumento contenuto e quella dell’atomo sconvolto dalla fissione“.
Eredi spesso inconsapevoli di questo battesimo, continuiamo a chiamare così un classico della moda femminile da spiaggia, rivisitato in forme diverse come lo string, il tanga, i tessuti imbottiti o lavorati all’uncinetto, e reso celebre da icone dell’immaginario tra le quali finora insuperate restano Brigitte Bardot e Ursula Andress.

Classifica Uk: Jennifer Lopez prima, Britney Spears ottava; Adele se la ride

Per una Jennifer Lopez che esulta c’è una Britney Spears che piange.
Ebbene: “On The Floor” schizza dritta alla numero uno nella single chart inglese battendo la temebile Adele (si piazza in seconda posizione) la quale comunque tiene bene in mano lo scettro di regina nella classifica album visto che il suo “21″ rimane in vetta rompendo un altro record (il disco è uno dei più venduti della storia inglese).
Chi ne fa le spese? “Femme Fatale” di Britney Spears che, nonostante le molte numero uno (Usa, Canada, Australia), deve accontentarsi di una misero number 8 nella chart di sua maestà. Gli inglesi allora sono i meno truzzi di tutti rimanendo fedeli al loro solito bon ton? 

Beyoncè...nuovo album in arrivo?

beyoncè nuovo album
Qualcosa si sta muovendo. Beyoncè sta per tornare con un nuovo singolo e pare che l’album sia in dirittura d’arrivo per giugno. Anche in questo caso, sono veramente poche le informazioni in merito al nuovo progetto musicale della cantante. Quelli che tutti si sperano è che possa bissare il successo dell’indimenticabile ‘Crazy in love’. La notizia del suo ritorno è stata confermata da Denis Handlin, a capo della Sony Music, che ha ascoltato 6 nuovi brani e ne ha parlato al Daily Telegraph:
“E’ stato semplicemente magnifico. E’ arrivata e abbiamo sentito 6 nuove tracce dell’album. La descrizione migliore che posso dare è che è qualcosa di innovativo: è andata oltre, ad un altro livello”
L’ultimo album di Beyoncè non mi ha proprio entusiasmato. C’erano belle canzoni ma, a memoria, ho solo ben presente “Single ladies”, diventata in questi mesi un piccolo classico. Quello che sorprende è il totale mistero avvolto sul suo comeback. Non sono trapelate vere e proprie indiscrezioni, quello che è sicuro è che abbia già girato il video del primo singolo.
Siete ottimisti sul ritorno di Beyoncè, il cui ultimo lavoro risale al 2008? Siete dell’idea che abbia buone possibilità visto il grande riscontro avuto anche da Jennifer Lopez dopo anni di assenza?

Sponge Bob in arte: le sculture di Larry Mantello

Le sue sculture e installazioni sono un ode all’immaginario dei cartoni animato, in particolare la spugnetta marina SpongeBob che sembra stuzzicare notevolmente il suo senso estetico. Larry Mantello è un’artista nato nell’Illinois e di base a New York; più volte citato in autorevoli magazine come il New York Times, il New Yorker, il Los Angeles Times, cuce e assembla da sè gli oggetti del giocare.
Insieme a tessuti e decorazioni per le feste, producendo un effetto finale ridondante e caciarone, una frenesia di forme e colori che “urla” agli occhi e ti spiazza perchè non sai più cosa guardare.
La fascinazione per Sponge Bob deriva dal fatto che lui ormai lo considera una vera e propria icona dei nostri tempi, e dii conseguenza lo utilizza come interprete di tutti i suoi hommage di plastica e gadgets alla cultura popolare.


Anna Oxa denuncia un medico per stalking


Brutta esperienza per Anna Oxa. La cantante ha infatti denunciato un medico milanese di 61 anni, F.C., conosciuto durante un ciclo di incontri organizzati dall’associazione Coscienza e salute. La cantante aveva incontrato l’uomo in quell’occasione e si era fidata di lui, scambiandosi il cellulare per eventuali progetti legati al gruppo di cui entrambi facevano parte. Ma è stato un errore: l’uomo ha infatti iniziato a tempestarla di chiamate e quando poi lei ha smesso di rispondere, ha iniziato a tempestarla di sms con insulti e offese.
Esasperata dalla situazione e capendo che non sembrava demordere, la Oxa ha sporto denuncia per stalking. Così, sabato, la polizia si è presentata a casa dell’uomo. Lui si è barricato dentro, senza alcuna intenzione di uscire e così sono dovuti intervenire anche i vigili del fuoco. Il medico, successivamente è stato sottoposto a un trattamento obbligatorio nel reparto psichiatria dell’ospedale San Carlo di Milano.

sabato 2 aprile 2011

STORIA DI LAURA:IL DRAMMA IN UNA VITA PERFETTA

La fiction trasmessa ieri sera su RAI 1 LA STORIA DI LAURA con protagonista la piacentina isabella ferrari mi ha fatto riflettere e per questo voglio brevemente raccontarvi la trama:

Isabella Ferrari nei panni di Laura, è una donna che grazie a un matrimonio borghese con Luigi (Vincenzo Amato), è riuscita a raggiungere una posizione sociale privilegiata: ha un marito che la ama, due figli, un negozio in centro a Roma. Ad un certo punto dentro di lei si spezza qualcosa e, in un momento di debolezza, cede alle insistenze di un amico Edo Martini (Andrea Gherpelli) che la invita a provare la cocaina e la ricatta fino a usarle violenza. Da questo momento Laura perde del tutto il controllo della sua vita piomba in una spirale di bugie e minacce, tanto da arrivare al punto di simulare un furto nel suo negozio per pagare i debiti di droga ed esaudire le pretese sempre più incalzanti di Edo.  
Sebbene la dipendenza sia sempre più forte, nessuno intorno a lei sembra accorgersi della sua trasformazione. Né il marito, né la sorella Serena (Monica Dugo), né la madre Luisa (Ivana Monti). Un giorno, mentre è in auto con i due figli, provoca un drammatico incidente. Insieme ai bambini, viene ricoverata in ospedale dove dagli esami tossicologici emerge una alta percentuale di cocaina nel suo sangue. Luigi sconvolto, decide di lasciarla e di sottrarle i figli. Solo attraverso un difficile percorso di disintossicazione in un centro specializzato, potrà finalmente iniziare la rinascita e inaugurare una nuova vita. E con questo lancio un messaggio:NON CADETE ASSOLUTAMENTE NEL TUNNEL DELLA DROGA PERCHè USCIRNE è + DIFFICILE CHE ENTRARCI...

venerdì 1 aprile 2011

Quando i giovani incontrano le mode...i Punk

Tra le varie sottoculture giovanili underground, quella punk è senz’altro la più legata alla body art neo-tribale. I punk inglesi sono stati infatti i primi ad adottare piercingtatuaggi e marchi come simboli della loro rabbia, del loro disprezzo verso la società e manifestazione del loro gusto per la trasgressione.
Il movimento punk è nato in Inghilterra verso la metà degli anni ’70 e, successivamente, si è esteso in tutta l’Europa e l’America. Alla base di questa sottocultura si cela un senso di nichilismo, di autodistruzione, la convinzione di non avere alcun futuro in una società alienante e selvaggiamente egoista com’è quella contemporanea.
Questo rifiuto ideologico della società si esprime in tutto il loro stile di vita; con l’abbigliamento che, per quanto sporco e stracciato, è al tempo stesso curato nei minimi particolari (borchie, cerniere, manette, bondage, ecc); con i capelli decolorati o coloratissimi, le acconciature a cresta di gallo o alla mohicano; con una grande quantità di anelli e spilloni infilati nel naso, nei lobi, nelle guance. La loro stessa identità sotto culturale li spinge a esprimersi utilizzando l’estetica; la ribellione al modello di vita borghese, alle convenzioni sociali, agli stereotipi che vogliono un corpo bello, armonico, palestrato e perfetto, li spinge a comportarsi nella maniera opposta, incidendo e sfregiando la loro pelle, agghindandosi in un modo "mostruoso", "brutto", che "offende" i comuni canoni di bellezza; il piacere di marchiare e perforare la propria carne è inteso, così, come una manifestazione di superiorità e distacco dal comune stile di vita borghese.
Il marchio assume tra i punk e gli squatters il ruolo di rito tribale: ci si ritrova nelle strade delle grandi città, si dorme in case occupate, si fa parte di un gruppo, di una banda o di un clan. Il tatuaggio, fatto da un amico con un ago, le mani sporche e una birra in mano, assume valore di iniziazione e simboleggia la scelta di vita e di filosofia, così come i tagli e le cicatrici procurate con la lametta.
Vengono tatuate scritte offensive ("fuck you", "hate", ecc.) o simboli contro la società (classica è la "A" di anarchia), nomi di gruppi musicali o immagini tratte dalle copertine dei dischi (Agnostic Front, Sex Pistols, Dead Kennedys), teschi, figure macabre, pipistrelli, ragni e ragnatele sui gomiti, scritte sulle dita o rondini sul collo (comuni anche tra gli skinhead). E’ il marchio di riconoscimento, scritto per sempre sulla pelle, quale segno di appartenenza a un gruppo; tatuaggi a volte rozzi ma densi di significato che rappresentano la libertà, la protesta e il distacco dalla società "normale".
A metà degli anni ’80, tra i punk si diffondono i tatuaggi di disegno tribale: motivi in nero del Borneo sul cranio o pesanti bracciali neri con spine. Insieme ai capelli colorati e all’abbigliamento trasandato, divennero comuni, poi, i larghi buchi ai lobi, lo spuntone d’acciaio sotto il labbro, la barretta al sopracciglio o alla lingua, l’anello al setto nasale, alla narice o al capezzolo (ma, a differenza di venti anni fa, vengono fatti da piercers esperti e con gioielli adeguati).
Oggi, il movimento punk, nella sua matrice ideologica originaria, non esiste praticamente più; tuttavia non è raro incontrare giovani che sfoggiano piercing, tatuaggi e capelli colorati alla loro vecchia maniera, magari senza sapere nulla dell’ideologia che stava alla base di quel tipo di abbigliamento.